Meditazione e fotografia

Vedendo e ascoltando passare l’attimo

di Diego Mormorio

Ed. Contrasto

La meditazione è il cammino della leggerezza, durante il quale il meditante si libera di molti pesi della mente

In questo libro, che trovo personalmente fantastico, Diego Mormorio analizza vari aspetti storici della fotografia, offre paragoni interessanti con la pittura per poi giungere al rapporto tra la fotografia e la meditazione, che è 

vedere le cose così come sono

Dobbiamo imparare a guardare le cose, più che a vedere le cose. E la fotografia ci offre l’occasione di guardare e riguardare, ma occorre sapere guardare a monte, prima dell’istante fotografico, come se potessimo guardare una volta e poi mai più.

Nessuna arte meglio della fotografia ha mai potuto mettere in luce la transitorietà di tutte le cose

E la rapidità con cui oggi possiamo scattare foto è forse deleteria per questo aspetto. Si vede, non si guarda.

Solo quando riesci a portare dentro di te l’Essenza – come la definisco io – di ciò che stai fotografando, riesci a creare Arte fotografica. Occorre mettere da parte l’Ego e spesso l’idea della fotografia come un qualcosa avente il solo fine di farci ricordare qualcosa riguardandola. L’idea nostalgica della fotografia, che non condivido completamente.

In un altro articolo, a questo proposito, parlo del perché realizzare un servizio Maternity, e questa lettura mi ha aiutato molto a comprendere le mie personali motivazioni.

Il momento, l’istante, risultati per processo interno di tutti i soggetti coinvolti. Questo è quello che occorre guardare.

Io pratico meditazione ormai da diversi anni, e corpo e mente ne risentono tantissimo.

Non potrei rinunciare né alla Meditazione né alla Fotografia, le due attività che mi permettono una crescita e un’introspezione unici.

Il libro lo trovate qua

Books Meditazione

Rispondi